Oggi, le aziende si affidano alle informazioni per creare reti complesse di tecnologie, processi, persone e organizzazioni che valicano i confini nazionali. Nell’era della trasformazione digitale, emergono nuove pratiche operative che ridefiniscono il lavoro d’ufficio e i processi di creazione, condivisione e utilizzo delle informazioni. In un contesto tanto intricato è difficile proteggere
adeguatamente i dati. La maggior parte delle aziende pensa di risolvere il problema investendo in firewall, antivirus e software di sicurezza, ma spesso trascura di estendere la protezione anche alle stampanti, che invece svolgono un ruolo importante nella catena di sicurezza.

PENSA ALLE TUE STAMPANTI!

Le stampanti multifunzione (MFP) si sono evolute in strumenti potenti che, come i PC e i server, incorporano sistemi operativi e dischi fissi particolarmente capienti, si collegano
alla rete e a Internet, e sono condivisi dagli utenti per elaborare enormi quantità di documenti di importanza critica per l’azienda.

QUALI SONO I RISCHI?

  • Visualizzazione da parte di utenti non autorizzati delle informazioni sensibili memorizzate su una MFP non protetta
  • Compromissione della disponibilità dell’infrastruttura di stampa a causa di errori operativi
  • Utilizzo della stampante quale via di accesso alla rete aziendale da parte di utenti esterni con intenti dolosi
  • Visione dei documenti riservati lasciati nei vassoi di consegna al termine della stampa
  • Prelievo involontario di materiale stampato appartenente ad altri utenti
  • Trasmissione dei documenti via fax o via e-mail ai destinatari sbagliati a causa di errori di digitazione
  • Intercettazione da parte degli hacker dei dati in transito
  • Perdita dei dati dovuta a una gestione disattenta dello smaltimento della stampante alla fine del suo ciclo di vita.

 

SCARICA IL WHITE PAPER CANON SU COME PROTEGGERE LA TUA AZIENDA!